Un assaggio di Provenza


Un assaggio di Provenza 
| Blog Viaggi Insoliti |

Quando siamo in Liguria cerchiamo sempre qualche destinazione insolita per scappare dalla routine quotidiana e per passare un fine settimana diverso.

Abbiamo deciso di soggiornare per due giorni ad Aix-en-Provence e da lì partire ogni giorno per esplorare la Provenza, una splendida regione francese.
Molto utile è il parcheggio Krypton, appena fuori Aix. Qui, come in tutte le città dedite al turismo, si sono organizzati per escludere le auto dal centro storico e per creare isole pedonali molto apprezzate, ricche di locali e di tavoli all’aperto e dove è piacevolissimo passeggiare.

Aix-en-Provence è ricca di fontane e le sue stradine sono piene di vita, sarete risucchiati dalla vita notturna, dal cibo dei suoi locali e dai profumi delle boulangerie che servono ottimi dolci per la colazione.

Il primo giorno siamo andati a vedere il Sentiero dell’ocra, che si trova a Roussillon, a circa un’ora e mezza di macchina da Aix.
Appena arrivati, si può parcheggiare e camminare per un’ora in una splendida pineta dove la terra ha il colore dell’ocra e forma guglie e piccole gobbe, bellissime da fotografare.

Proseguendo si può visitare l’abbazia di Senanque, un edificio medievale isolato, costruito interamente in pietra e circondato da campi di lavanda. Molto fornito il negozio di souvenir al suo interno e interessante la visita guidata per comprendere meglio la vita monastica e la storia del luogo.

Ma se siete in Provenza per la lavanda, il regno indiscusso di questa profumatissima pianta è la cittadina di Valensole. Ci siamo andati il secondo giorno e partendo da Aix en Provence s’impiegano circa 50 muniti di macchina.
Già lungo la strada vi renderete conto di trovarvi nel posto giusto quando improvvisamente ai lati delle strada vedrete comparire immense distese di lavanda, campi a perdita d’occhio, profumi e colori inconfondibili.
E’ il momento di fermarsi per fare qualche foto!

Da Valensole è facile raggiungere il Lago di Sainte-Croix e gole del Verdon, in circa 40 minuti di macchina. Questo lago interno è preso d’assalto durante le calde giornate estive da chi cerca una giornata di relax, da chi vuole campeggiare qualche giorno nella natura e da chi cerca un po’ di refrigerio nelle sue bellissime acque turchesi.
Vi consigliamo di fare una pausa in uno dei piccoli chioschi sulle rive del lago e di noleggiare un pedalò, una barca elettrica o un kayak per un paio d’ore per addentrarvi nelle famose Gole del Verdon. Un canyon di roccia, scavato dal fiume. Arrivate fino alla fine, l’acqua è trasparente e fredda ma sarà un bagno veramente rigenerante.
Armatevi di cappello e crema solare, il percorso è lungo e può fare molto caldo!

Ad Aix en Provance, come dicevamo, abbiamo scelto di soggiornare in centro, in una piccola mansarda bohemiene e di sera, ne abbiamo approfittato per provare alcuni locali.
La prima sera ci ha attratto “La Cita” con il suo vociare intenso, l’atmosfera spagnola più che provenzale, camerieri simpatici e buon cibo, ve lo consigliamo.
Il secondo giorno abbiamo provato “Tapas Bar”, locale d’ispirazione cubana in una splendida piazzetta incastonata tra gli edifici di pietra. Immancabile la fontana rinfrescante al centro della piazza e molti tavolini all’aperto, proprio una serata piacevole.

Abbiamo trascorso questo fine settimana in Provenza intorno alla metà di luglio e ci è sembrato un ottimo periodo per trovare la lavanda in fiore e per evitare la calca e il caldo di agosto. Ma siamo sicuri che questa bellissima regione francese si possa apprezzare in tutte le stagioni!
Se vi è piaciuto un assaggio di Provenza, continuate a seguirci sul nostro Blog Viaggi Insoliti per non perdere nessuna delle nostre avventure.
A bientôt !

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *