Un weekend a Londra


Un weekend a Londra
| Blog Viaggi Insoliti |

Siamo giunti al momento di raccontare la nostra ‘toccata e fuga’ a Londra.
Le nostre passeggiate nella capitale inglese e i nostri immancabili consigli per i ristoranti. Abbiamo atteso un po’, tutti (o quasi) sono stati almeno una volta a far visita alla capitale inglese e ad Elizabeth II, the Queen. Ma per chi fosse alla ricerca di qualche aneddoto e di qualche localino sfizioso… non vi resta che continuare nella lettura!

Per un weekend a Londra, la nostra “piccola dimora” ( i prezzi sono alle stelle, quindi anche con Airbnb non aspettatevi di risparmiare molto) era nel quartiere di Primrose Hill, non lontano da Camden Town ma molto diverso come stile. In questo piccolo angolo di paradiso, troverete una via piena di bei caffè e ristoranti che sfocia in un curatissimo parco pubblico. Strano ma vero, il meteo è stato clemente e, in una delle rarissime giornate di sole, siamo saliti in cima alla collina che domina il parco e che ci ha regalato una vista mozzafiato.

Per chi come noi ama camminare è possibile attraversare il parco a piedi e raggiungere, in circa 40 minuti, Oxford Street con la sua vita caotica e lo shopping nella miriade di negozi che contraddistingue il centro della metropoli londinese. Impossibile non entrare e dare un’occhiata ai vari negozietti: se ne trovano per tutti i gusti, da quelli piccoli e più ricercati ai classici brand di moda.

Ma veniamo a uno dei nostri momenti preferiti, ovvero il momento della scelta del bistrot o cafe’ in cui rifocillarci! Nella nostra via ne abbiamo trovato uno carinissimo, soprattutto per gli amanti dell’avocado toast (non si preoccupino gli altri, la scelta è molto ampia!). Il Greenberry Cafe e’ dotato di un piccolo dehor esterno: approfittatene nelle giornate di sole. Prendete posto a sedere, ordinate il vostro avocado toast o apple cake, e sorseggiando un ‘buon’ caffè’, osservate lo scorrere veloce della vita dei londinesi. Ne vale la pena!

Abbiamo passeggiato a lungo durante questi giorni passati a Londra, anche perchè il tempo era limitato e abbiamo cercato di vedere (o meglio, ri -vedere) il più possibile! Che dire, Candem Town è e continua ad essere il quartiere più strambo, con tipi vestiti in maniera curiosa. Gli amanti dello street food non saranno delusi dai numerosissimi stand: a ogni angolo si assapora un gusto diverso, dai profumi orientali a quelli più tradizionali.

Da non perdere, tra una visita a Westminster e alla Torre di Londra, è il Borough Market: dai banchi di formaggi tipici, a quelli più salutisti di frutta e verdura, ma a farla da padrona sono i mega hamburger e hot dog, che poi tanto mega non sono visto che ce li siamo divorati in un secondo. Una bella birretta e sarete pronti per partire per la prossima tappa!

Altra tappa imperdibile è la St. Paul Cathedral, una delle due cattedrali anglicane di Londra, edificio maestoso che richiama lo stile classico. La sua bellezza è incantevole, se poi il tutto è accompagnato da una giornata di sole, lo spettacolo è garantito. Ci siamo arrivati attraversando il moderno Millenium Bridge e passeggiando lungo il corso del Tamigi dalla famosa ruota panoramica London Eye.

Nei pressi della Cattedrale, ,la nuovissima Paternoster Square, una piazza ‘addobbata’ di giochi da tavola: si, avete capito bene! Immancabile è la partita a dama!

Tra i musei molto belli che si possono trovare a Londra, abbiamo visitato la Tate Modern in una vecchia centrale elettrica dismessa, sempre sulle sponde del Tamigi, e riadattata all’uso museale.

Il museo di arte Contemporanea e Moderna di Londra saprà stupirvi con la continua rotazione di mostre degli artisti internazionali più importanti del momento ospitate in questo bellissimo contenitore di archeologia industriale.
Ci vediamo nella prossima avventura del Blog Viaggi Insoliti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *