Courmayeur e Monte Bianco


Courmayeur, Monte Bianco
|Blog Viaggi Insoliti|

Un posto incredibile, una quinta naturale che vi lascerà senza fiato!

Un paese a 1200 metri d’altezza e davanti a guardarvi e controllarvi in ogni momento e da ogni angolo di Courmayeur il gigante d’Europa per eccellenza, il Monte Bianco con i suoi 4800 metri.

La semplicità di un posto di montagna e la ricchezza della passeggiata di via Roma coi suoi negozi griffati e con gli edifici di una tipica edilizia alpina bianca con parti importanti in legno. Un posto da visitare almeno una volta nella vita per gli amanti delle montagne.

La nuova bellissima funivia Skyway che vi porterà nel punto di osservazione più alto per guardare la vetta del Monte Bianco, a 3462 metri,  e con un sistema di ascensori e tunnel vi permetterà di raggiungere il nuovo Rifugio Torino, una tappa imperdibile.

A questo giro ci siamo trattati bene e per il pernottamento abbiamo scelto l’Hotel QC Terme Monte Bianco. Se siete alla ricerca di qualche coccola e momento di relax, questa è senza dubbio la scelta migliore.
Piscine riscaldate e idromassaggi e davanti a voi il Monte Bianco! Abbiamo detto tutto! Il QC va bene anche solo per una giornata di relax alle terme, senza pernottamento: si fa preferire di gran lunga al troppo affollato QC  Terme di Pre-Saint Didier.

Per completare al meglio la giornata di relax abbiamo deciso di regalarci una cenetta al Rifugio Lavachey per assaporare la cucina tipica valdostana: non poteva mancare la polenta alla valdostana, ovvero polenta gialla con fontina valdostana, una bontà. Ma non accontentandoci abbiamo scelto anche un tagliere misto di formaggi e salumi valdostani. Semplicemente fantastico. Per il dolce optate, ca va sans dire, per il Montblanc

Per assaporare anche qualcosa di diverso dalla cucina valdostana più tradizionale potete provare il Rifugio Chalet Plan Gorret, che vi stupirà sia con piatti locali, sia per l’ottimo pesce fresco. Ma vi sorprenderà ancora di più con piatti sardi (avete letto bene, sardi!).

E dopo tutte queste belle mangiate è il momento di muoversi un po’ per non sentirsi troppo in colpa…

In montagna d’estate non si può fare a meno di esplorare la natura: partendo da Courmayeur abbiamo raggiunto prima il rifugio Bertone (salita di 800 metri di dislivello ma comoda attraversando un bosco veramente ricco e profumato), e non contenti abbiamo raggiunto il Rifugio Bonatti. Una passeggiata quasi tutta in piano con una continua vista sull’intero massiccio del Monte Bianco, da alcuni punti si riesce anche a vedere Punta Helbronner con l’arrivo della SkyWay e subito sotto il rifugio Torino.
Dal Rifugio Bonatti siamo scesi in circa 30/40 minuti alla strada per Lavachey e da lì con l’autobus siamo tornati a Courmayeur ( il biglietto del bus si può fare a bordo).

Ai prossimi viaggi insoliti sul nostro blog!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *