Lago Inle


Cosa fare Lago Inle
| Blog Viaggi Insoliti |

Avete presente la foto che appare in tutte le guide turistiche del Myanmar?

Ebbene si, sul Lago Inle troverete tantissimi pescatori con la loro barchetta che con le mani sistemano le reti da pesca e con una gamba gestiscono il remo. Non è vero, come abbiamo letto in qualche blog, che si mettono in posa solo per essere fotografati: se attraverserete il lago in barca, cosa vivamente consigliata, ne troverete ad ogni angolo, intenti nella loro attività di pesca.

Ma cosa fare al Lago Inle? Siamo giunti a Nyaung Shwe dopo due giorni di trekking: il nostro hotel, La Maison Birmane, era semplicemente fantastico! Siamo stati coccolati dalle prime ore del mattino fino al tramonto, cosa molto apprezzata soprattutto dopo una notte in una casa di bambù in mezzo alla foresta. Abbiamo avuto due giorni interi (con tre notti) a disposizione per visitare la zona e, a nostro avviso, sono sufficienti per scoprire tutte le meraviglie del posto.

Il primo giorno abbiamo preso una barchetta che ci ha portato sù e giù per il lago. Ci siamo fermati a visitare il mercato locale in parte galleggiante: è un mercato itinerante che si sposta a seconda del giorno della settimana in una delle 5 località che affacciano sul Lago. Qui troverete di tutto, dalla frutta alle verdure locali, al pesce, dai longye, ai tessuti, ai classici souvenir. Sarà divertente contrattare con i venditori locali: alla fine, nel caso doveste spuntarla, risparmierete pochi centesimi, ma sarà stato comunque piacevole!
Abbiamo fatto visita ai produttori di argento, ai produttori di sigari locali nelle loro “fabbriche” su palafitta e siamo rimasti incantati dalla lavorazione dei fiori di loto e dei tessuti: una catena di montaggio davvero eccezionale. Poi con la barchetta, in perfetto stile Indiana Jones, abbiamo proseguito fino al tempio Nyaung Ohak. La risalita del fiume è davvero emozionante e il tempio non ha nulla da invidiare al più famoso sito di Kakku.

Il giorno successivo, con la macchina privata, ci siamo diretti proprio a Kakku: il viaggio è piuttosto lungo, ci vogliono circa 2 ore e mezza per raggiungerlo, quindi mettete in conto che una giornata intera sarà dedicata al tempio.
Il viaggio vale decisamente la pena: il tempio è composto da 2478 stupa, una delle visioni più straordinarie delle Stato Shan. Se sarete abbastanza fortunati, sarete avvolti da una brezza di vento che farà suonare contemporaneamente tutte le campanelle situate in cima alle stupe: spettacolo indimenticabile.

Qualora soggiornaste a Nyaungshwe, un MUST è sicuramente l’Innlay Hut Indian Food House: il cibo indiano è delizioso ma un ruolo di tutto rispetto è giocato dal figlio dei proprietari, agguerrito fan di Eminen. Tutta la cena sarà accompagnata dalla musica di sottofondo del famoso rapper.

Un’altra visita interessante può essere quella alla Red Mountain Winery. Fatevi portare da una macchina o da un tuc tuc e ammirate il tramonto sul lago sorseggiando un pessimo vino locale e le solite noccioline tostate birmane.

Dal Lago Inle è tutto, ci sentiamo alla prossima avventura del Blog Viaggi Insoliti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *