I prezzi del Giappone


I prezzi del Giappone
| Blog Viaggi Insoliti |

Grande clamore mediatico ha suscitato la notizia che il Ministero del Turismo giapponese stesse considerando un’iniziativa per rilanciare il turismo, prevedendo il rimborso di metà delle spese di viaggio per chi avesse scelto come destinazione il Giappone nei prossimi mesi.

E’ di ieri, però, la smentita e la precisazione che l’iniziativa che il Governo giapponese starebbe studiando sarebbe rivolta soltanto ai turisti interni, come misura per il rilancio del turismo domestico e che, comunque, coprirebbe soltanto una parte delle spese e non la metà come annunciato da diverse fonti giornalistiche.

Ma tranquilli, veniamo noi in vostro soccorso!
Ecco qui l’elenco delle nostre spese per dimostrarvi che il viaggio in Giappone può tranquillamente essere sognato e realizzato da tutti, anche senza l’aiuto del Governo giapponese.

Quanto costa veramente questo viaggio?
Non ci sentiamo a disagio a parlare nello specifico dei prezzi del Giappone. Abbiamo pensato ad un post dettagliato sulle nostre vacanze dell’Ottobre 2017.

Shibuya


Per prenotare il volo, che abbiamo pagato 700 euro a testa (assicurazione sanitaria compresa) ci siamo serviti dell’aiuto di Flightfox. Cos’è Flightfox?
E’ un fantastico sito che, al solo costo di 50 dollari americani, si occuperà di trovarvi il volo ad un prezzo più basso di quello emerso dalle vostre ricerche e, garanzia di onestà, pagherete il servizio solo se il risparmio procurato sarà superiore ai 50 dollari.

Per dormire abbiamo scelto sia gli hotel che le case di Airbnb, un giusto compromesso e una buona occasione per vivere in case tipiche e risparmiare qualcosa. Il prezzo alla fine sarà in media di circa 80 euro a notte per una doppia.
Qui di seguito le case Airbnb che abbiamo utilizzato:

Strumento importantissimo per godere a pieno e con tanta comodità di tutti gli spostamenti necessari in Giappone è il Japan Rail Pass. E’ possibile comprarlo per 7, 14 o 21 giorni. Il nostro da 14 giorni è costato 350 euro a persona e si può comprare su internet, verrà spedito a casa, oppure si può acquistare a Roma in Via Barberini da H.I.S. Italy.
Comprende tantissimi treni anche ad alta velocità per girare il Giappone nella sua interezza da nord a sud. I biglietti si possono prenotare on line e poi si devono ritirare in formato cartaceo all’arrivo all’aeroporto di Tokyo.

Altra spesa per noi importante è stata un modem portatile con sim giapponese per avere internet illimitato. Le offerte dei gestori italiani sono limitate ed a prezzi improponibili, molto meglio la soluzione offerta da Japan Wireless a partire da 5 dollari al giorno. Per essere sempre super connessi e documentare tutto il vostro viaggio su Instagram! Taggateci nelle vostre storie! @viagginsoliti_

Carletto, il principe dei mostri

Il nostro itinerario ha compreso Tokyo, Kyoto e l’isola più a nord dell’arcipelago nipponico, Hokkaido con la sua capitale Sapporo.
Se siete curiosi di conoscere i luoghi da noi visitati in questo stile “on the train” e di sapere quanto si spende per mangiare (spoiler: poco!) non perdetevi i nostri articoli del Blog Viaggi Insoliti sul Giappone!

Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *