TOUR DEI PANETTONI – ROMA

Il Natale si avvicina e con lui anche i parenti… quelli che si, va tutto bene ma sotto sotto hanno sempre da dire la loro. Quindi, non fatevi trovare impreparati! Venite con noi alla scoperta dei migliori panettoni di Roma. Abbiamo assaggiato alcuni tra i nostri panettoni preferiti, in cerca di conferme ma anche di novità. Prendete carta e penna e a Natale saremo tutti felici, e anche più buoni.

PANIFICIO MARÈ PRATI
Siamo in Viale Angelico, zona Prati e qui si trova il panificio delle meraviglie. Appena si varca la soglia si rimane incantati dal banco, sempre pieno di ogni prelibatezza, sia dolce che salata, dalle pizzette ai bagels, dai biscotti al cioccolato al superlativo strudel.
Ma è tempo di Natale quindi i dolci della tradizione diventano i protagonisti principali. Ed ecco lui, il panettone.
Daniele, il padrone di casa, anche quest’anno ha deciso per vari gusti: agrumato (classico), cioccolato, pere e cioccolato, Sacher e pandoro.
In questa “dolce sfida natalizia” di panettoni abbiamo assaggiato il panettone classico. Appena tagliato sprigiona un profumo di agrumi difficile da esprimere a parole. I canditi arrivano direttamente da Mauro Morandin: il profumo fresco e intenso unito a quello suadente della vaniglia è decisamente un segno distintivo del panettone. La pasta aromatizzata agli agrumi lo rende unico ed inimitabile e dal riuscitissimo gusto persistente. Soffice al tatto è una libidine per le papille gustative. Uno dei segreti sta anche nel processo di lievitazione. Ma essendo un segreto, resterà tale.
Il panettone del Panificio Marè Prati è, a nostro avviso, uno dei migliori a Roma. Per i più golosi e amanti del cioccolato da non perdere il panettone Sacher, con albicocca a pezzi, e ricoperto da una crema al cioccolato.

MICRO FORNO LUCA PEZZETTA

Siamo a Fiumicino, in via Giovanni Battista 22, dove il pizzaiolo e lievitista Luca Pezzetta, già proprietario della famosa Pizzeria Clementina, il 7 Dicembre ha inaugurato il MICRO FORNO Luca Pezzetta. L’unicità del forno consiste in una vetrina alta due metri e lunga altrettanto, con sei ripiani di esposizione in cui vengono presentati, a seconda del momento della giornata, lievitati dolci e salati. Si tratta di un vero e proprio panificio su strada.
Infatti, subito accanto è presente una piccola finestra per la vendita diretta, dove poter ordinare e acquistare ogni prodotto del forno. Il laboratorio è a vista: fantastico osservare il mastro fornaio alle prese con pane, pizza e ogni prelibatezza. Lo spazio esterno a breve verrà completato con tavoli alti e sgabelli per il consumo diretto. Il MICRO FORNO sarà aperto da mezzanotte alle ore 18:00, diventando cosi un punto di riferimento anche per le notti di Fiumicino!
Ma veniamo al panettone, il re dei lievitati.
Il panettone artigianale classico di Luca Pezzetta è realizzato con ingredienti di prima qualità, dal burro francese, alla vaniglia Bourbon ai canditi calabresi. Lievito madre vivo e lavorazione a due impasti, la produzione prevede tre lievitazioni, per un totale di 48 ore di lievitazione.
Al taglio sprigiona un profumo intenso, che mette in evidenza tutta la qualità dei suoi ingredienti.
Lo si può acquistare direttamente nel suo shop online: http://shop.lucapezzetta.com, all’Aeroporto di Fiumicino dove è in vendita presso gli store di Aelia Duty Free, ma noi vi consigliamo di passare direttamente al forno: sicuramente il panettone non sarà l’unica cosa che acquisterete. Abbiamo provato, tra le altre cose, il pain au chocolate: ricco di sapore e con cioccolato di alta qualità, è davvero impossibile resistere.

PASTICCERIA WALTER MUSCO

Abbiamo avuto l’onore di trascorrere due ore in compagnia di Walter Musco, un genio del settore. Che tra le altre cose si è mostrato un profondo conoscitore del disciplinare del Panettone. Ma anche un personaggio fuori dal coro, scomodo, maniacale come si ama definire.
Parlare con lui è stata un’esperienza immersiva e totalizzante, un oratore che ci ha lasciato a bocca aperta, concentrati a captare ogni dettaglio, completamente incantati da ogni sua parola. La pasticceria è in pieno fermento per la produzione natalizia. Sculture in cioccolato di Alberelli e Palle per l’Alberto di Natale, cantucci al cioccolato, scorzette, fiammiferi e biscotti al pan di zenzero. Ovviamente non poteva mancare il re dei lievitati, il panettone.
Il pasticciere, in un periodo in cui la moda è quella delle grandi alveolature, decide di andare controcorrente e sceglie un panettone che non va nel classico pirottino Milano ma ha una forma più bassa e più larga.
Un prodotto ricco, grazie all’utilizzo di materie prime uniche come la vaniglia di Tahiti, dalle bacche più larghe e umide rispetto a quella Bourbon, e con l’utilizzo di canditi dalla consistenza “croccante” e dal calibro sempre uguale che rendono il prodotto veramente di qualità.
Abbiamo assaggiato con lui il suo panettone e siamo rimasti subito colpiti dal profumo di vaniglia sprigionato dal sacchetto prima e dal panettone poi: la vaniglia infatti è ampiamente visibile all’interno dell’impasto.
La parte grassa di questo panettone è molto importante ma non l’abbiamo trovata squilibrata: anzi offre al prodotto la corretta umidità e morbidezza. Vi invitiamo a provarlo per scoprire tutti i suoi avvolgenti profumi e sapori.

CASA MANFREDI

Sia a Viale Aventino che presso il nuovo laboratorio di Via dei Conciatori, Casa Manfredi è uno dei nostri punti di riferimento per le colazioni romane, dal croissant francese al maritozzo, dallo Special One alla bomba fritta. Ora, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, il laboratorio è in piena produzione. Il panettone, re dei lievitati, come ogni anno torna protagonista, rubando la scena ai dolci più tradizionali. Varcando la soglia di Casa Manfredi Teatro si rimane ammaliati dalla quantità di panettoni esposti: Panettone Milano, Albicocca e gianduja, Tre cioccolati, Lampone e fondente 68%. Queste sono le vari tipologie in vendita, oltre a Fichissimo, il panettone a quattro mani nato dalla collaborazione tra Giorgia Proia e la chef Sarah Cicolini di Santo Palato.
Questa volta ci siamo fatti tentare e abbiamo assaggiato il panettone ai tre cioccolati. L’attenzione visiva viene catturata immediatamente da enormi pezzi di cioccolato. Ma il bello viene assangiandolo: si sentono chiaramente il sapore della cioccolata, dell’uovo e del burro di qualità. Morbido, umido al punto giusto, la vaniglia è ben visibile all’interno dell’impasto: è impossibile resistere e fermarsi alla prima fetta.
Il packaging è previsto in due varianti: la latta retrò, decorata con mongolfiere colorate che da qualche anno è la signature di Casa Manfredi, e la nuova elegante confezione sulle tonalità del blu che richiama i colori caratteristici della pasticceria.
Decisamente un’ottima idea regalo per addolcire le festività natalizie.

Alla prossima avventura sul Blog di Viaggi Insoliti!