Islanda in inverno


Islanda in inverno
| Blog Viaggi Insoliti |

Il primo amore non si scorsa mai! Ebbene si, siamo tornati in Islanda in inverno!

Abbiamo viaggiato con un comodo volo diretto da Roma Fiumicino a Reykjavik a bordo di un aereo Norwegian, con ampio spazio per le gambe e connessione wi-fi in volo gratuita. In meno di 5 ore di volo (o di sonno!) siamo giunti a destinazione.

Tornare in Islanda dopo due anni (qui qualche notizia in più sulla nostra prima volta a Reykjavik) è stata l’occasione per riassaporare un’atmosfera che amiamo, il freddo, la neve e le giornate con poche ore di luce regalano emozioni uniche. Il nostro obiettivo era quello di esplorare posti nuovi e regalarci qualche coccola. Possiamo dirlo: missione compiuta!

Dopo un “breve” viaggetto in pullman alla scoperta della Costa del Sud, siamo giunti a Jökulsárlón , la Laguna del ghiacciaio Breiðamerkurjökull (Glacier Lagoon): uno spettacolo della natura, difficile da descrivere a parole. Iceberg di varie dimensioni compongono questa laguna per poi staccarsi, giungere in mare e dare vita alla famosissima Diamond Beach, la spiaggia dei diamanti, con la sabbia nera che la contraddistingue!

E poi c’e’ lei, la cascata Seljalandsfoss: dire che e’ meravigliosa sarebbe riduttivo. Se siete fortunati vi e’ la possibilità di passare dietro la cascata e, in silenzio, osservarla dall’interno circondati solo dal fragore dell’acqua.

Altro day tour che consigliamo è quello lungo la Penisola di Snaefell, a nord di Reykjavik, il tour dura circa 10 ore con varie tappe tra cui Kirkjufell una delle più famose e fotografate montagne d’Islanda, la riconoscerete sicuramente per la sua forma unica, la spiaggia di sabbia nera di Djúpalónssandur con il relitto di un tragico naufragio avvenuto proprio su queste coste e il villaggio di Arnarstapi, abitato soprattutto in estate con le sue scogliere e le sue strane formazioni di roccia e col famoso arco naturale.


Abbiamo pensato che fosse una buona idea anche provare un giro in barca a largo di Reykjavik per osservarla da un’altra prospettiva e tentare l’avvistamento dei cetacei: l’abbiamo fatto con Elding.is e ci siamo trovati molto bene. Ci hanno fornito delle tute rosse super calde, senza vergogna le abbiamo indossate: consigliatissime contro il freddo. E poi… Balena avvistata!

In una giornata di brutto tempo ci siamo rifugiati nella Fabbrica di cioccolato OmNom, che si può raggiungere a piedi dal centro, nei pressi del porto. Un simpaticissimo dipendente ci ha guidato tra i segreti della cioccolata, dalle origini dalla pianta fino alla sua lavorazione e trasformazione in cioccolato. E dopo tanta attesa finalmente le numerose degustazioni di cioccolato (slurp!) e la visita alla vera e propria fabbrica dove e’ possibile vedere come viene preparata ed impacchettata la cioccolata OmNom. Tutte le spiegazioni sono in inglese ed il tour è molto parlato, da tenere bene a mente prima di prenotare.

Non lontano da Reykjavik e raggiungibile comodamente in autobus dal centro in 15/20 minuti c’è il Museo della gente – Arbaejarsafn e sulla strada del ritorno lo Zoo-fattoria. Il museo e’ una sorta di salto indietro nel tempo, per capire meglio come si viveva in Islanda secoli fa e come erano fatte le case e le fattorie dell’epoca. Chi non ha mai sognato di vedere da vicino le renne di Babbo Natale? Una tappa allo zoo permette di vedere da vicino le renne, ma anche le pecore islandesi della famosa lana, i cavalli locali e le foche, oltre agli animali della fattoria come mucche, galline e conigli.

Ovviamente non poteva mancare un po’ di sano shopping! Per i più freddolosi e per tutti quelli alla ricerca di un ricordo imperdibile da portare a casa, e’ un MUST acquistare il tipico maglione in lana islandese, il negozio che vi consigliamo è The Handknitting Association of Iceland di Reykjavik. Qui tutti i maglioni sono veramente originali e fatti a mano in Islanda.

Per essere dei veri e propri local non potevamo rinunciare a un bel bagnetto nella piscina termale Sundhollin, appena dietro la grande chiesa di Hallgrímskirkja. Questa piscina recentemente rinnovata ed ampliata offre una piscina per nuotare all’aperto e una al coperto, oltre a vasche riscaldate con acqua a 39 e a 42 gradi! Una vera goduria!

Vi diamo appuntamento al prossimo post del Blog Viaggi Insoliti per scoprire tutti i nuovi posti in cui abbiamo mangiato in Islanda!

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *