Giappone Insolito


Giappone Insolito  
| Blog Viaggi Insoliti |

Siamo andati in Giappone, e non potevamo accontentarci del solito itinerario turistico! Abbiamo scelto perciò di esplorare un Giappone Insolito, meno noto ai turisti occidentali. Abbiamo viaggiato in Hokkaido, l’isola più a nord dell’arcipelago giapponese. Non sono mancati ovviamente alcuni giorni a Kyoto ed altri a Tokyo, visto che questo è stato il nostro primo viaggio nel Paese del Sol Levante.


Volo e arrivo a Tokyo

I voli diretti hanno i loro vantaggi, meno ore di volo e meno stress per i viaggiatori. Da Roma a Tokyo con Alitalia, con arrivo in mattinata, e nonostante qualche disagio da jet-lag è subito iniziata la nostra avventura esplorando Shibuya, il nostro primo approccio con Tokyo.

1° Tappa : Hakodate

Subito a Nord! La mattina del secondo giorno ci siamo diretti ad Hakodate, col veloce treno Shinkansen, utilizzando il super consigliato JR Pass che permette viaggi illimitati su quasi tutti i treni del Giappone per un periodo di 7, 14 o 21 giorni ed è acquistabile in Italia davvero ad un prezzo competitivo. (http://giappone.hisitaly.com/dovesiamo_roma.php)

Simboli della città sono la Goryokaku Tower, che permette di vedere il panorama da 107 metri d’altezza, e la ricostruita casa del magistrato all’interno del Goryokaku Fort che oggi è un bellissimo parco a forma di stella, circondato da un fossato.

In città c’è un piccolo giardino botanico coperto, in riva al mare, con la sua caratteristica piscina in cui nei mesi invernali è possibile ammirare macachi giapponesi fare il bagno nell’acqua calda termale.

Non perdetevi il mercato del pesce di Hakodate, qui abbiamo visto i pesci più grandi e più strani di tutto il Giappone, c’è la possibilità di comprare dei granchi giganti che, una volta cotti, potrete mangiare direttamente sul posto.

Nel trasferimento tra Hakodate e Sapporo ci siamo fermati mezza giornata ad Onumakoen, a 30 minuti di treno da Hakodate, per visitare l’Onuma Quasi National Park con i suoi laghi. Giro in canoa e pedalata in tandem sulla strada intorno al lago compresi circondati da una splendida natura autunnale, ricchissima di colori.

2° Tappa : Sapporo

Ed eccoci nel capoluogo dell’Hokkaido, una città di circa 2 milioni di abitanti, famosa per il Festival della neve con le sue immense sculture di ghiaccio, che si tiene ogni anno all’inizio di Febbraio e che richiama visitatori da tutto il mondo.

In questa città ha sede l’Università dell’Hokkaido, è possibile visitarla e vi consigliamo soprattutto il museo delle popolazioni Ainu e il Giardino Botanico, veramente sorprendente e molto ben curato.

A Sapporo abbiamo scelto di provare una cerimonia del tea meno turistica e più tradizionale e non ce ne siamo pentiti.

IMG_3623

Non perdetevi la nightlife di Susukino, uno dei maggiori red-light district del Giappone, ma anche il quartiere dei divertimenti di Sapporo, pieno di posti imperdibili dove mangiare locale (non perdetevi il vicolo del ramen!), qui vi sembrerà di trovarvi a Times Square.

Sempre a Sapporo, gli amanti della birra potranno fare una visita alla Sapporo Beer Factory, la prima fabbrica della famosa birra giapponese Sapporo.

Se vi dovesse capitare un giorno di pioggia non perdetevi d’animo, vi consigliamo due attività al coperto assolutamente da non perdere:

la Fabbrica del Cioccolato Ishiya, dove si producono gli Shiroi Koibito, i famosi biscotti ripieni di cioccolato bianco con in più il suo carinissimo parco giochi all’aperto ( questo in caso di bel tempo) per i visitatori più piccoli. Alla Fabbrica di cioccolato potrete fare golosissime esperienze, come cucinare il vostro biscotto gigante a forma di cuore o la casetta di marzapane.

Sempre in caso di pioggia, dalla stazione JR di Sapporo, è possibile salire, rimanendo sempre al coperto e attraversando il centro commerciale Paseo, all’Osservatorio T38 posto al 38esimo piano della Sapporo JR Tower. Da un’altezza di 160 metri è possibile avere una vista a 360° sulla città, dal famoso trampolino delle Olimpiadi del 1972 fino al Monte Moiwa e soprattutto di sera , è uno spettacolo da non perdere!

Per una gita fuori città, con mezz’ora di treno si può raggiungere Otaru, famosa per il suo canale, da ammirare soprattutto la sera, e con il suo immancabile mercato del pesce, proprio accanto alla stazione, e una caratteristica via per lo shopping completamente coperta.

3° Tappa : Kushiro

Di nuovo in treno con destinazione Kushiro, importante porto del nord est dell’isola di Hokkaido. Principale attrattiva della città è il mercato cittadino del pesce ” Washo Market”, ma soprattutto Kushiro è un ottimo punto di partenza per visitare i laghi ed assaporare un Giappone assolutamente fuori dai classici tour da turisti occidentali.

Per cena non perdetevi un tipico locale Robata con brace al tavolo dove potrete cuocervi personalmente del freschissimo pesce. Noi abbiamo provato Robata Renga, nella zona del porto e ci siamo trovati decisamente bene!

Il giorno seguente da Kushiro siamo partiti in pullman per un’escursione di una giornata ( Japanbus ), per visitare i laghi Mashu e Kussharo, le solfatare del Monte Iou e il lago Akan, dove a seconda della stagione avrete a disposizione qualche ora per le attività sul posto che vanno dagli Onsen dei grandi hotel al giro in barca del lago al museo delle alghe Marimo dalla forma perfettamente sferica.

Non perdetevi il prossimo post del Blog Viaggi Insoliti, vi porteremo con noi a scoprire tutto quello che abbiamo visto e fatto a Kyoto e Tokyo…arigatou gozaimasu!

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *